DREAM HIT – L’iniziativa si è conclusa con la vittoria di PAULO

Cercando i sinonimi del termine “virtuale” leggiamo: apparente, esteriore, fittizio, illusorio… Tutto il contrario di “concreto”, insomma.
“Virtuale” è l’aggettivo più spesso assegnato a quanto accade sul web. Ma siamo proprio sicuri che il web sia solo virtuale? Se fino a pochi anni fa potevamo ancora credere che quel che succedeva “sul web” non avesse molto effetto sulla vita “reale”, oggi non mancano le prove del contrario.

DREAM HIT è una di queste prove, grazie all’obiettivo di fare dell’unione fra “virtualità” e “concretezza” la base di tutta la propria progettualità.

Nato dalla volontà di DOOM Entertainment di raccontare, grazie ai nuovi linguaggi e canali di comunicazione del web, il concretissimo ‘mestiere’ della musica, DREAM HIT– THE SOCIAL TALENT è partito alla ricerca di nuove scintille di talento, che sono state poi selezionate da giudici come M¥SS KETA e CARL BRAVE e i loro “ospiti” BOSS DOMS, JO SQUILLO, LODO GUENZI e BEBA, e infine plasmate da un team di professionisti (fonici, producer) il cui contributo gioca un ruolo fondamentale nel determinare il successo di un brano.

Quattro audizioni e un ripescaggio dopo, domenica 13 dicembre sul palco della finale sono saliti in cinque. Anzi, cinque più uno: la giuria ha lasciato spazio anche a un sesto brano che ha ricevuto la “menzione speciale” dei giudici. Preceduti dunque dalla performance fuori concorso di Il Terzo Occhio, a giocarsi la vittoria sono stati Cil, demoncandy, Michelangelo Vood, PAULO e Violet che hanno presentato i singoli prodotti insieme allo staff artistico di DREAM HIT e che, dalla mezzanotte del 13 dicembre, sono approdati in tutti gli store digitali.

Il vincitore è stato PAULO, classe 2002 della provincia di Brescia, cresciuto scrivendo canzoni fin da piccolo e imparando a definire e delineare uno stile originale fatto di nuova wave che si ispira in parte al rock degli anni 2000, e testi in cui si fa portavoce dei problemi e delle emozioni della sua generazione. Grazie alla sua “Ad un party”, PAULOfirma un contratto biennale di management con DOOM Entertainment che lo affiancherà nella crescita del suo profilo artistico.