“Come un disco rotto”, Ennio Salomone continua a farci sentire vivi

Facciamo un gioco. Chiudi gli occhi e pensa ad un momento felice della vita. Allora, ci sta che qualche mese fa avresti detto “quel viaggio a Barcellona con gli amici”. In realtà sono quasi certa che dopo il periodo pandemico, la prima cosa che hai pensato è un piccolo gesto. Per esempio? Le passeggiate a Piazza di Spagna con gli artisti di strada in sottofondo. Questo è il mio.

Ennio Salomone non è nuovo ai nostri ascolti, anzi, ha accompagnato le serate di alcuni noi con diversi live. Il 2020 è stato l’anno del singolo “Fastidio”, un grande ritorno dopo il successo dell’album “Se passeggio faccio prima.” Il 2021 confermerà il suo talento immenso. Diciamolo dai, è capace di farci apprezzare le piccole cose, le piccole note, i piccoli suoni. Il bello è che anche prima di tutti questi lockdown era capace di farlo, trascinandoci in un vortice di ROMAnticismo e spesso tanta sana ironia.

“Come un disco rotto” ci ricorda quelle cose che davamo per scontate, ma che non lo sono più. La canzone vuole essere una liberazione, una festa, un canto alla semplicità e alla leggerezza. No, non è la solita canzone in stile pandemia eh. Ennio semplicemente ci prende per mano e torna a farci vedere i colori di inverno.

Il sound pazzesco, però, porta tre firme molto care al cantautore! Quelle di Dario Giuffrida, tra l’altro produttore del pezzo, Gerlando Accurso e Claudio La Gumina. Il testo di Ennio si unisce alle melodie dei tre compositori e danno luce ad un pezzo leggermente più pop, ma che mantiene quel sapore di cantautorato italiano unico nel suo genere.

Per i progetti futuri? Beh, questo non sarà un anno statico, visto che ha una grande voglia di condividere. Tra nuovi singoli alle porte e progetti come autore, Ennio Salomone riempirà nuovamente le nostre playlist. Una gioia per il cuore e le orecchie.