Extraz pubblica il nuovo singolo “Sto Correndo” insieme all’inseparabile collaboratore Mike Ross

Extraz pubblica un nuovo singolo tutto da ascoltare: “Sto correndo”. Il brano vede la produzione di Mike Rose, non solo un artista ma anche un amico per il giovanissimo artista.

Il rapper classe 99, ci ha raccontato qualcosa di più sul nuovo progetto e su quello che sarà.

Quando ti sei avvicinato a questo mondo? Ho iniziato più o meno quando andavo alle scuole medie, nonostante abbia iniziato a crederci davvero solamente durante i primi contest. È da lì che ho registrato e ho iniziato a dar voce a quelli che sono i singoli per i quali oggi sono conosciuto.

Ci sono molte esperienze che ti hanno portato fin qui, hai avuto modo di poter aprire diversi concerti. Quale secondo te è stata l’esperienza che ti ha formato di più? Sicuramente l’apertura del concerto di Shiva e BoroBoro, esperienze incredibili che hanno aiutato a sbloccarmi sul palco e soprattutto davanti al pubblico. Il freestyle mi ha aiutato nei contest a dichiarare quello che sono, a parlare di me e della mia musica senza peli sulla lingua. Se oggi riesco a trasmettere qualcosa tramite la mia musica, credo che sia proprio dopo queste esperienze dove ho imparato a gestire la mia immagine sul palco.

https://www.instagram.com/p/CNDIFHCMJrk/?igshid=1bno44rnybs4f

Il singolo è molto forte, da quanto ne so parla di alcune esperienze personali... Il pezzo parla di me e della mia personalità, di quello che sono stato. Non sono scappato solo da situazioni negative, ma anche positive per cercare qualcosa di nuovo e andare incontro a quello che ho sempre sognato. Volevo guardare verso il futuro lasciando alle spalle quello che è stato sia positivamente e negativamente, parte di me. Ho parlato di questa mia parentesi, ma a quanto pare è qualcosa che caratterizza non solo me, ma anche molti che hanno avuto modo di ascoltarmi.

Questo singolo vede la partecipazione di Mike Ross, insieme siete riusciti a creare qualcosa davvero di forte. Come nasce la vostra collaborazione? Prima di essere un grande artista, è un amico. Abbiamo iniziato a confrontarci sui pezzi e alla fine abbiamo capito che era l’ora di far uscire qualcosa insieme. Mi sono fidato di lui, credo sia un professionista e buona parte delle tracce che ascolterete da qui in poi porteranno la sua firma.

Quindi, se dovessi essere contattato da Red Bull per le 64 bars,quale produttore sceglieresti accanto a te? Mi piacerebbe duettare con tantissimi artisti, ma come produttore penso proprio che terrai con me Mike. Su questo non ho dubbi!

La pandemia di certo non ha aiutato gli artisti, soprattutto quelli emergenti. In vista dell’estate si spera in delle misure meno restrittive. Tu hai progetti musicali per l’estate che verrà? Assolutamente sì continuerò a fare musica, presentare i progetti e soprattutto ad arricchire le mie esperienze ed il mio repertorio. Sarà un’estate particolare, ma sicuramente ricca di musica. Voglio mettere a frutto tutte le mie idee e tutte le possibilità che si presenteranno.